SAMAROLI BOWMORE 1995

SAMAROLI BOWMORE 1995

Prezzo unitario per
Prezzo base
BOWMORE 1995


Coraggioso e impavido come un capo clan - siamo infatti nella Scozia medievale - che vaga per le valli profonde della sua terra natale, guardando a sud, verso l'orizzonte, verso l'altro lato del Muro da cui provengono da sempre gli invasori. Uno spirito eminente come quello del fondatore di un ordine guerriero, del capostipite di una famiglia nobile, del capostipite di una dinastia. Puoi bere questo Bowmore solo dopo 28 anni di invecchiamento nella prigione del legno di sherry che lo restituiscono in uno stato statuario e monumentale: unisce la gloria degli altopiani al tocco antico dei Mori dell'Andalusia, di quella Spagna che era un altro mondo anche se faceva parte del nostro continente.

Questo whisky traccia un solco tra sé e gli altri distillati così profondo da diventare un paradigma dottrinale che i consumatori dovranno acquisire per i prossimi decenni.

Il bouquet si apre muschioso e terroso, il coro delle sensazioni si alza subito dopo la voce della tenerezza, con la vaniglia e un complesso eco fruttato che si aprono lentamente in bocca. Poi esplodono bacche di mirto e ginepro mentre la dolcezza vinosa del polline scioglie i tratti iniziali più austeri. Le note dolci ne completano e addolciscono la forma, quelle affumicate sostengono la struttura complessiva. Una danza fortunata di fumo e panna. Questa è l'erica sferzata da un vento salato. Un incendio spento sotto un tiglio a maggio, faceva compagnia ai nostri montanari.


“BIDH AN T-UBHAL AS FHEA'RR AIR A'MHEANGGAN AS AIRDE”

La mela migliore è sul ramo più alto: proverbio delle Highland